Il Grado protezione IP , detto anche International Protection Rating, classifica e valuta il grado di protezione contro la penetrazione di corpi solidi (tra cui parti del corpo come mani e le dita), polvere , contatto accidentale, e l'acqua in involucri meccanici e con le recinzioni elettriche. Il nostro laboratorio prove meccaniche effettua proprio test per rilevare il Grado protezione IP, fornendo agli utenti informazioni più dettagliate anche in termini di marketing per indicare l’impermeabilità degli oggetti.

Il Grado protezione IP si basa su determinate cifre e codici che indicano la conformità degli oggetti ai vari livelli di permeabilità e resistenza. Nel Grado protezione IP, per esempio, una presa elettrica nominale IP22 è protetta contro l’inserimento delle dita: significa che queste non subiranno danni. Il Grado protezione IP indica anche il livello di pericolosità durante una prova specificata in cui è esposto a verticale o quasi verticale gocciolamento. IP22 o 2X sono requisiti minimi tipici per la progettazione di accessori elettrici per uso interno.

Il Grado protezione IP indica anche la resistenza agli urti meccanici ed un ulteriore numero è stato talvolta utilizzato per specificare la resistenza di apparecchiature a impatto meccanico. Tale impatto meccanico viene identificato mediante l'energia necessaria per qualificare un determinato livello di resistenza, che viene misurata in joule (J). Questo ora è stato sostituito dal numero separato IK specificato nella EN 62262. Il Grado protezione IP ci dice che, anche se il criterio di valutazione è sceso dal 3 ° edizione della IEC 60529 in poi, i più recenti prodotti sono suscettibili di essere dati da una valutazione IK, mentre non vi è una corrispondenza esatta tra i valori standard vecchi e nuovi.

Il Grado protezione IP utilizza per le sue misurazioni il IPX Coding. La lettera X è utilizzata in qualsiasi luogo in cui il codice che specifica una cifra designa il suo livello di pericolosità. Ci possono essere vari motivi per scegliere questa variante di codifica, ad esempio considerazioni di marketing. Così, ad esempio un rating IPX7 del Grado protezione IP, per un dispositivo di consumo specifica che il dispositivo è dotato di protezione delle acque fino a immersione limitata, ma dà deliberatamente alcuna informazioni se il dispositivo è dotato di una protezione contro l'ingresso di polvere o meccanica. Tra le altre valutazioni relative al Grado protezione IP, spesso IP2X è utilizzato su articoli elettrici in cui si specifica dove impedire l'accesso delle dita in prese a spina classificate con Grado protezione IP IP2X.

Il nostro laboratorio accreditato effettua prove di Grado protezione IP applicandone tutte le norme ed i codici principali che servono a rilevare la pericolosità e la permeabilità di terminali, prodotti elettronici ed altri prodotti ad uso industriale come lavatrici ed elettrodomestici vari. Il Grado protezione IP presenta quindi vari livelli di classificazione tra cui il IP69K, una norma tedesca DIN 40050-9 che estende il sistema di classificazione IEC 60529 sopra descritto con un rating IP69K ad alta pressione e ad alta temperatura di lavaggio ed applicazioni. Il Grado protezione IP di questo genere di custodie non solo deve essere a tenuta di polvere (IP6X), ma anche in grado di resistere all’ alta pressione ed alla pulizia a vapore.

Il Grado protezione IP è necessario per i veicoli stradali, in particolare quelli che hanno bisogno di regolare pulizia intensiva (dumper, betoniere, ecc), ma trova anche impiego in altri settori (ad esempio, l'industria alimentare, centri di lavaggio auto) Il Grado protezione IP è sviluppato anche per prodotti in cui è necessario fare test di resistenza alla corrosione e all’abrasione: per testare ad esempio l’invecchiamento delle guarnizioni, e per le tecniche di costruzione.

Grado protezione IP

Prove e verifiche di sicurezza elettrica in accordo alla Direttiva LVD 2014/35/UE, Direttiva Macchine 2006/42/CE, Direttiva 2014/34/UE (ATEX).

Prove di conformità in accordo alle norme: EN 60335, EN 60950, EN 60065, EN 60204, EN 60601, EN 61010, EN 60598, EN 62776, EN 61812, EN 62061, EN 60730, EN 60669, EN 60825, EN 60947, EN 61800, EN 62384, EN 61347, EN 62031, EN 60079.

Le prove e le verifiche che vengono effettuate sono:

  • precondizionamento all’umidità

  • prova di rigidità dielettrica da effettuarsi prima e dopo il trattamento igroscopico

  • corrente di dispersione da effettuarsi prima e dopo il trattamento igroscopico

  • misura resistenza conduttore di terra

  • verifica delle temperature di funzionamento

  • resistenza meccanica

  • assorbimento elettrico

  • prove di riscaldamento

  • misure distanza in aria ed attraverso l’isolamento

  • verifiche costruttive

  • verifica dati di targa e documentali

  • prove funzionali

  • redazione dichiarazione di conformità

  • verifica analisi dei rischi

 

Redazione del fascicolo tecnico delle macchine.

Verifica e determinazione del grado di protezione IP (International Protection): prove eseguite in accordo alle norme EN 60529, DIN 40050-9, ISO 20653. Prove su involucri contro impatti meccanici esterni (codice IK):

Prove eseguite in accordo alle norme EN 62262 e EN 60068-2-75 (prova con martello verticale). Prove relative ai rischi di incendio:

  • metodo di prova al filo incandescente - prove eseguite in accordo alle norme EN 60695-2-10, EN 60695-2-11, EN 60695-2-12 e EN 60695-2-13

  • metodo di prova con fiamma - prove eseguite in accordo alle norme EN 60695-11-10 e EN 60695-11-20

  • calore anormale e prova di pressione con la biglia - prove eseguite in accordo alla norma EN 60695-10-2